CONSULTAZIONI – Dichiarazioni in diretta su webtv e canale Camera

La webtv e il canale satellitare della Camera dei deputati trasmetteranno in diretta, dalle ore 12 dalla Sala della Regina, le dichiarazioni delle delegazioni previste oggi  dopo l’incontro con il Presidente del Consiglio dei ministri incaricato, Giuseppe Conte.

 

 

12.30, Emma Bonino: Speravamo in un presidente del consiglio Politico, e non tecnico. Faremo opposizione rigorosa, gli interessi dell’Italia si difendono in Europa e non contro l’Europa. Non ci facciamo illusioni su questo governo. E’ fondamentale, tra l’altro salvaguardare l’autonomia dei parlamentari. Dubbi per le politiche sull’immigrazione. Dubbi sulle coperture del contratto. Insomma, dubbi su tutto.

Torna alla home di aritos.it

 

Dopo le parole di Conte (suggerite da Mattarella) stamattina lo spread scende

Chissenefrega dello spread! …E’ questo che pensa, in quest periodo storico, la maggioranza degli italiani.

I troppi sacrifici imposti negli ultimi anni e le parole della politica di Lega e M5s hanno portato il popolo ad una grande voglia di ribellione contro il sistema, le banche, l’Europa.

Ma attenzione che dire chissenefrega dello spread è come dire “non pago più il mutuo di casa alla banca perchè mi stanno sulle balle”.

Per un po puoi anche non pagare, ma poi arrivano gli interessi di mora e poi ti portano via la casa.

E’ totalmente sbagliato, anche se può servire da sfogo momentaneo, mandare tutti a quel paese e fare finta che il problema non esista più.

L’unica ricetta sensata, anche se non piace, è farlo abbassare, questo maledetto spread, e non alzare, e spendere i soldi che derivano dal minor pagamento di interessi per fare le cose che servono al paese.

Cioè, prima bisogna portare a casa uno stipendio e poi si decide come spenderlo! Altrimenti, le cose andranno a finire molto male.

Torna alla home di aritos.it

Le aziende di Silvio Berlusconi non si toccano, così il M5S è diventato come il PD

10 anni passati ad attaccare Berlusconi e il PD, il primo per la sua storia personale e politica e il secondo per non aver mai fatto una seria legge sul conflitto di interessi.
Ma ora c’è un governo da fare con la Lega, che senza alcun dubbio sterilizzerà le posizioni storiche del Movimento 5 Stelle a proposito dell’odiato Berlusconi.
Salvini governa con Forza Italia in molte regioni e in molti comuni e sa che queste alleanze cadrebbero. Ma soprattutto Salvini sa che l’anagrafe è dalla sua e gli basta avere pazienza Zen perchè il popolo della destra, presto o tardi, gli finisca in mano.
In altre parole: se Salvini accettasse di fare una seria legge sul conflitto di interessi, diventerebbe come Bruto che accoltella Cesare, e questo minerebbe per sempre la sua immagine, con l’aggravante di far diventare Berlusconi un martire (con significative ripercussioni alle prossime elezioni).
Questo significa che la legge sul conflitto di interessi si farà con molta cautela, se si farà sarà più di facciata che di sostanza, e questa sarà stata la prima-grande sconfitta politica del Movimento “politicamente normalizzato”, sceso da 5 a 4 stelle. Cosa ne dirà la rete?

 

Vittorio Feltri, ‘Gli elettori scazzati votano il primo scemo che promette la Luna’ – VIDEO

Il direttore di Libero sull’ipotesi che lo stallo di governo si risolva con un ritorno alle urne.

 

 

WWW.ARITOS.IT

Esclusivo, i conti segreti di Matteo Salvini

L’Espresso di Repubblica scrive un durissimo affondo contro Salvini e la Lega.

“Dov’è finito il tesoro della Lega? Dove sono spariti i 48 milioni di euro che il tribunale di Genova vorrebbe mettere sotto sequestro dopo la condanna di Bossi per truffa ai danni dello Stato? Da mesi i giudici di Genova sono a caccia di quei denari. Finora sui conti del Carroccio sono stati però rinvenuti poco più di 2 milioni. E gli altri? «Oggi sul conto corrente della Lega nazionale abbiamo 15 mila euro», ha detto lo scorso 3 gennaio Matteo Salvini, l’aspirante premier, l’uomo che vuole l’incarico di governo e che non perde occasione per ricordare come il suo partito sia senza un quattrino.”

La lega ha già annunciato querela per diffamazione. Con la velocità della giustizia italiana, entro non più di dieci, quindi anni da ora la verità verrà a galla. Forse.

Torna alla home di aritos.it

Meloni: “Salvini è un generale che vince e poi si consegna al nemico” – Guarda il video

“Penso che Salvini sia caduto nella trappola del Movimento Cinque Stelle, di farsi isolare anche rispetto ai suoi alleati, di farsi indebolire, per poi finire sostanzialmente in un governo del Movimento Cinque Stelle. Diciamo che è l’unico generale che conosco che, appena vinta la guerra, si consegna al nemico, lasciando una parte delle truppe sul campo di battaglia”. Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di Fdi, incontrando i giornalisti a Montecitorio, dopo una riunione con lo stato maggiore del partito.

Questo significa che Fratelli d’Italia non entrerà nel governo, (si ipotizzava Crosetto ministro), il che significa che Lega e M5S avranno una esigua maggioranza al senato, di soli 5 senatori.

La storia d’Italia dimostra che è difficile reggere a lungo con una maggioranza esigua, soprattutto quando si cerca di fare qualcosa di molto diverso dalla norma, nel bene e nel male.

 

 

Torna alla home di aritos.it

Di battista contro Mattarella in un post. E invita tutti alla mobilitazione.

Di Battista attacca il presidente della repubblica in un post: “Il Presidente della Repubblica non è un notaio delle forze politiche ma neppure l’avvocato difensore di chi si oppone al cambiamento. Anche perché si tratterebbe di una causa persa, meglio non difenderla”, scrive Di Battista. Il post si conclude con un post scriptum: “Invito tutti i cittadini a farsi sentire. Usiamo la rete, facciamo foto, video. È in gioco il futuro del Paese”.

E il padre di Di Battista rincara la dose su Facebook:

Torna alla home di aritos.it

Berlusconi: “Distante da Salvini, io disponibile a formare il governo se Mattarella mi darà lʼincarico” – il Video

“Al momento non c’è nessuno con l’esperienza necessaria per fare il premier, io sono disponibile se Mattarella mi darà l’incarico”. Silvio Berlusconi rilancia quindi l’ipotesi di un governo di Centrodestra e invita il Quirinale, se l’esecutivo M5s-Lega non dovesse partire, a dare l’incarico alla coalizione che ha avuto più voti alle ultime elezioni. “Sono sicuro che il Centrodestra troverebbe il consenso per far partire il governo”, ha detto.

 

 

Mentana in un post su facebook: mancano 100 miliardi per le idee M5S – Lega

 

M5S-Lega, il contratto “corretto”: asili nido gratis solo per gli italiani. Il rimpatrio clandestini richiederebbe 27 anni di voli.

Confermate le due aliquote Flat tax del 15 e 20%, ma viene meno quella del 15 per le società; via l’obbligo di prediche in lingua italiana; reddito di cittadinanza “a tempo”, ovvero con il limite temporale di 2 anni (resta confermato come nella precedente bozza). Mentre nella misura a sostegno delle famiglie per i nidi gratis, cancellata la frase “straniere residenti in Italia da almeno 5 anni”. In sintesi, sgravi solo per gli italiani.

L’Espresso di Repubblica ha calcolato che il rimpatrio dei clandestini di cui si parla nel contratto richiederebbe 1 miliardo di euro.. e 27 anni di voli aerei (senza neanche un’ora di sosta!).

Torna alla home di aritos.it