I comandi del sottomarino tedesco UB-110, prima guerra mondiale.

Filmata per la Prima Volta una Balena da 40 Tonnellate che salta completamente fuori dall'Acqua

Craig Capeheart è un subacqueo che si è recato in Sudafrica per l'annuale evento di migrazione delle sardine, che fa affluire pesci e cetacei lungo le coste del paese africano. Durante le lunghe ore d

www.vanillamagazine.it

Fish Dependence Day, l'Ue ha esaurito le scorte ittiche

Circa il 33% degli stock ittici globali è sovrasfruttato e circa il 60% viene pescato al massimo della propria capacità. Nonostante l’incremento annuale del consumo di pesce a livello globale (3,2%) abbia superato la crescita della popolazione (1,6%), più di 800 milioni di persone continuano a dipendere da questa risorsa. A lanciare l'allarme è la Fao con il rapporto "Sofia", dati diffusi in occasione del Fish Dependence Day europeo che segna la fine ‘simbolica’ per l’Europa delle proprie scorte di pesce.

www.adnkronos.com

Un’opera d’arte su ruote: la Mercedes-Benz 500K Streamline Roadster del 1936.

Inizia l’era post Viagra: oggi, con le onde d’urto, in sole 6 sedute il 70% dei pazienti può dire addio al Viagra.

Onde d’urto, gomme da masticare e gel. L’armamentario delle terapie contro i problemi erettili si arricchisce di nuovi strumenti, più sicuri del Viagra in quanto non facilmente “taroccabili”.

La Società italiana di andrologia spiega il futuro dell’era post-Viagra: “Siamo finalmente in un’era post-pillole dell’amore, in cui la tecnologia ci garantisce terapie all’avanguardia e soprattutto non clonabili. La pillola blu è stato un ottimo farmaco e ha aperto la strada, però è anche il più contraffatto del mercato: circa un terzo degli uomini che acquista farmaci per risolvere la disfunzione erettile ricorre all’autosomministrazione e spesso se li procura sul web, dove il Viagra costa anche 10 volte meno rispetto alla farmacia, ma non garantisce efficacia e sicurezza. Le pillole non autorizzate, che arrivano soprattutto da India e Cina, contengono spesso dosaggi anomali, fino al doppio del dovuto, oppure non hanno alcun principio attivo. Soprattutto, nell’8,5% dei casi sono state riscontrate sostanze tossiche o velenose, perfino in grado di provocare danni permanenti”.

Oggi, con le onde d’urto, in sole 6 sedute il 70% dei pazienti può dire addio al Viagra.

Un’altra alternativa sono i chewing-gum, già disponibili in Italia, con i quali il principio attivo non passa dallo stomaco (dove gran parte del prodotto viene distrutto dagli acidi).

Oppure, il gel, si usa direttamente sul pene e contiene sostanzialmente lo stesso principio attivo dei chewing-gum.

 

Torna alla home di aritos.it