Un’opera d’arte su ruote: la Mercedes-Benz 500K Streamline Roadster del 1936.

Inizia l’era post Viagra: oggi, con le onde d’urto, in sole 6 sedute il 70% dei pazienti può dire addio al Viagra.

Onde d’urto, gomme da masticare e gel. L’armamentario delle terapie contro i problemi erettili si arricchisce di nuovi strumenti, più sicuri del Viagra in quanto non facilmente “taroccabili”.

La Società italiana di andrologia spiega il futuro dell’era post-Viagra: “Siamo finalmente in un’era post-pillole dell’amore, in cui la tecnologia ci garantisce terapie all’avanguardia e soprattutto non clonabili. La pillola blu è stato un ottimo farmaco e ha aperto la strada, però è anche il più contraffatto del mercato: circa un terzo degli uomini che acquista farmaci per risolvere la disfunzione erettile ricorre all’autosomministrazione e spesso se li procura sul web, dove il Viagra costa anche 10 volte meno rispetto alla farmacia, ma non garantisce efficacia e sicurezza. Le pillole non autorizzate, che arrivano soprattutto da India e Cina, contengono spesso dosaggi anomali, fino al doppio del dovuto, oppure non hanno alcun principio attivo. Soprattutto, nell’8,5% dei casi sono state riscontrate sostanze tossiche o velenose, perfino in grado di provocare danni permanenti”.

Oggi, con le onde d’urto, in sole 6 sedute il 70% dei pazienti può dire addio al Viagra.

Un’altra alternativa sono i chewing-gum, già disponibili in Italia, con i quali il principio attivo non passa dallo stomaco (dove gran parte del prodotto viene distrutto dagli acidi).

Oppure, il gel, si usa direttamente sul pene e contiene sostanzialmente lo stesso principio attivo dei chewing-gum.

 

Torna alla home di aritos.it

10 foto incredibili ma vere (senza photoshop)!

Già la copertina è tutto un programma, con i due bambini che sembrano tuffarsi in un cratere senza fondo. Eppure, la foto è vera, e il trucco sta nel fatto che si tratta di uno specchio d’acqua trasparente nella Jacob’s well, in Texas.

La grotta Sơn Đoòng, nella provincia di Quang Binh, Vietnam. Scoperta per caso da un contadino nel 1991, è la più grande del mondo, così grande che al suo interno si formano nuvole e può piovere indipendentemente dalle condizioni atmosferiche esterne.
Una foresta dopo un incidente in una fabbrica di alluminio. I segni lasciati dal fango rosso danno l’illusione di due foto sovrapposte.
La benedizione del Mandrillo d’Africa. Questo scatto perfetto restituisce l’illusione di un saluto “benedetto” diretto a chi guarda.
Faccia da Iceberg: sembra proprio la testa di un vecchio ma è la curiosa forma di una montagna di ghiaccio
Lo straordinario mimetismo del cacciatore, che risulta praticamente invisibile, un vero Predator.
L’imponenza di un moderno catamarano da Coppa America, che viaggia sull’acqua a oltre 10 metri di altezza, legato al mare solo da una pinna sottilissima.
Un manifestante inondato dal suo stesso fuoco dopo un attacco con una molotov durante scontri di piazza in Venezuela, 2017
Incontro molto (troppo?) ravvicinato con uno squalo, al largo delle isole Bahamas, durante una nuotata da uno yacht
Sollevare un carro armato da 20 tonnellate è più facile, se no costruisci di… gomma. I carri finti furono usati per depistare i nemici, schierando falsi eserciti in zone strategiche.
La biblioteca civica di Stoccarda, in Germania

 

 

Notre-Dame de la Paix, la sconcertante replica Africana della Basilica di San Pietro

Sconcertante quanto una cattedrale nel deserto: la basilica di Notre-Dame de la Paix, a Yamoussoukro, in Costa d’Avorio, potrebbe sembrare frutto di un’allucinazione ottica, se la capitale del paese a

www.vanillamagazine.it

Una Hymenaea Protera intrappolata nell’ambra. Reperto risalente a circa 12 milioni di anni fa.

18 kili ! Il neonato da record più grande del mondo!

Un parto davvero… Difficile!

La neomamma ha stabilito un nuovo record mondiale, dopo aver partorito un figlio di 18 kili!

Così grande che, per molti mesi, i medici erano convinti che fossero 2 o 3 gemelli!

“Sarà sicuramente un grande giocatore di rugby”, ha scherzato uno dei medici dopo l’intervento cesareo.

Un record che fa impallidire quello stabilito solo pochi giorni fa da un altro neonato, di ben 8 kili, di cui avevamo riportato notizia anche noi di aritos.it, e che riportiamo qui sotto:

Torna alla home di aritos.it